Un altro murales arricchisce i locali della nostra scuola

Il murales è stato realizzato nell’ambito del progetto “Area a rischio”, svoltosi nel primo quadrimestre dell’anno scolastico 2016-17. Hanno partecipato al percorso formativo alcuni alunni delle classi 2B e 2F più un piccolo gruppo di alunni stranieri del corso di alfabetizzazione per un totale di 16 partecipanti, seguiti dal prof. Fabio Accardo Palumbo.

L’opera si intitola “Insieme” e rappresenta un paesaggio che mescola il linguaggio astratto a quello figurativo. I tasselli colorati indicano una strada dove i ciottoli che la costituiscono si dispongono in una tassellatura geometrica. Essi, con i loro colori, indicano la ricchezza, il contributo che ognuno di noi singolo individuo può portare agli altri. Ogni singolo tassello, ogni singolo colore, seppur bello in sé, da solo rimane poca cosa. E’ ancora soltanto materia “grezza”…

Solo attraverso l’unione e la compartecipazione a un fine comune si generano “frutti” rappresentati dagli elementi figurativi: la luna, la stella, l’albero, l’uovo e il pesce.

Questi esistono in natura e non sono dati dal lavoro dell’uomo, si pongono come “doni” del creato, ma in quest’opera vogliono essere simbolo e analogia di conoscenza, della scoperta, dello stupore di fronte alla bellezza del mondo, della luce  che ci investe quando essa si offre a noi senza più veli e nascondimenti. Uno stato di grazia in cui riusciamo a vedere le cose come se fosse la prima volta.

La luna, la stella, l’albero, l’uovo, il pesce sono soltanto figure disegnate e dipinte, si è vero… ma l’arte, il processo creativo hanno un potere  generativo: le figure diventano parole, le parole diventano frasi, le frasi diventano racconti  che possono “stillare” nuove idee e, perché no, persino azioni rivoluzionarie.

In sostanza, la natura e il mondo che ci circonda vengono percepiti nella misura in cui li filtriamo attraverso la nostra mente, e attraverso i nostri strumenti culturali… La scuola ci viene incontro e ci tiene per mano… restiamo uniti!

Queste losanghe colorate sono una strada, pezzi di un puzzle sempre cangiante e in continuo divenire. Vuote al loro interno di “immagini”, attirano contenuti, vogliono accogliere e allo stesso tempo generare nuovi “frutti”: con essi il seme di altre storie e di nuovi racconti, sempre diversi e unici come lo sono le vite dei nostri ragazzi e di ognuno di noi. Un augurio di crescita per tutti in questo “passaggio”, in una scuola che si appresta ad affrontare nuove e impegnative sfide e che necessita d’impegno e passioni sempre nuovi.

Fabio Accardo Palumbo