Gli alunni della prima E diventano “paladini” del nostro territorio

Gli alunni della classe prima E, nel corso dell’anno scolastico 2016/17, sono stati impegnati  nella realizzazione dell’U.d.A. pluridisciplinare “Noi paladini del nostro territorio” attraverso cui sono stati educati  alla cura e custodia del patrimonio materiale e immateriale del proprio territorio.

La conoscenza del patrimonio  naturalistico e  il rispetto dell’ambiente si sono concretizzati nelle uscite didattiche nelle aree protette del territorio e nella produzione di oggetti realizzati con materiali destinati ai rifiuti che hanno così ripreso vita sotto altre forme.

L’educazione al rispetto dell’ambiente è avvenuta anche attraverso la raccolta e la realizzazione di dodici ricette antispreco i cui ingredienti erano costituiti dagli avanzi; gli alunni della prima E, aiutati soprattutto dalle nonne, hanno  così prodotto  “Il ricendario” contenente una ricetta al mese contro lo spreco alimentare.

Le classi I E, II F  e III F sono state impegnate, durante l’anno appena terminato, nel  recupero  del dialetto siciliano attraverso la ricognizione di racconti, modi di dire, proverbi, preghiere, poesie, balli e  canti siciliani. Anche il nostro patrimonio linguistico-culturale va, infatti, custodito per conservare le caratteristiche della nostra identità.

Il nostro dialetto racchiude in sé l’apporto dei vari popoli che hanno conquistato o attraversato la Sicilia, ma tra le lingue “romanze” è sicuramente quello che rivela in modo più evidente la sua origine latina sotto vari aspetti.

Aiutati da genitori e nonni,  gli allievi della prima E hanno  raccolto proverbi e modi di dire siciliani: in essi si condensa l’anima di un popolo.

Video delle attività svolte durante l’anno scolastico

“Il dialetto siciliano” (Presentazione multimediale)

“Proverbi e modi di dire siciliani” (Presentazione multimediale)