Pubblicato dal Miur il libro “Vietato studiare, vietato insegnare. Il Ministero dell’educazione nazionale e l’attuazione delle norme antiebraiche (1938 – 1943)”.

All’interno delle iniziative promosse per l’80° anniversario delle leggi antiebraiche, in linea con l’impegno di questa amministrazione nel favorire la memoria di quanto accaduto in quegli anni anche nel nostro Paese, il MIUR ha realizzato nel corso dell’anno numerose iniziative, tra le quali si iscrive la pubblicazione del libro Vietato studiare, vietato insegnare. Il Ministero dell’educazione nazionale e l’attuazione delle norme antiebraiche (1938 – 1943).
Il volume nasce dal lavoro di ricerca effettuato nella Biblioteca “Luigi De Gregori” del MIUR e contiene l’indice ragionato di tutti i provvedimenti antiebraici raccolti nel “Bollettino ufficiale del Ministero dell’educazione nazionale” tra il settembre 1938 e il settembre 1943.
Attraverso circolari, bandi, premi e Decreti ministeriali, è documentata quella che divenne la vita quotidiana di migliaia di cittadini italiani, una delle più tristi pagine della storia della scuola italiana.
La pubblicazione può costituire materiale di studio e punto di partenza di ulteriori percorsi di ricerca e di riflessione sui temi delle persecuzioni razziale.
Il formato pdf è scaricabile al link https://www.scuolaememoria.it/site/it/2019/01/25/vietato-studiarevietato-insegnare/, presente sul sito www.scuolaememoria.it.
Il portale, realizzato dal MIUR in collaborazione con l’UCEI, fornisce ai docenti e agli studenti uno strumento utile di informazione e di formazione in merito ai temi della Shoah, dell’antisemitismo e dell’indifferenza nei confronti delle discriminazioni; il sito, inoltre, propone di creare una piattaforma di scambio delle migliori buone pratiche nella didattica della Shoah tra le scuole di tutto il territorio nazionale.